13 dicembre 2018
  • 17:43 Nuova McLaren 720S da Ginevra a Shangai a 340 km/h
  • 12:35 BMW Serie 2 M240i xDrive e 220d Cabrio
  • 12:49 Renault Espace 2017: comodità alla francese
  • 12:44 Toyota Auris 2017: tutte le novità del restyling
  • 12:58 Renault Clio restyling 2017: novità estetiche e nuovi motori
Toyota C-HR Concept

Toyota C-HR al Salone di Francoforte: la concept si prepara alla commercializzazione

All’interno dell’edizione 2015 del Salone di Francoforte è stata presentata una versione evoluta della Toyota C-HR concept, già proposta a Parigi nel corso del 2014. Continua il lavoro di Toyota per arrivare alla realizzazione del modello destinato a posizionarsi nel segmento dei crossover, appena sotto alla Toyota RAV4. In realtà, in base a quanto suggerito dalla stessa casa nipponica, la nuova vettura si andrebbe a collocare tra i segmenti B e C. A farle compagnia, all’interno dello stand, sono la nuova Prius e la Rav4 Hybrid.
Tra le caratteristiche principali della Toyota C-HR rientra sicuramente l’innovativa architettura TNGA (Toyota New Global Architecture), che ha già permesso all’ultima generazione di Prius di distinguersi. Sempre con la Prius, la Toyota C-HR condivide il fatto di rappresentare un veicolo ibrido. Grazie al ricorso alla piattaforma TNGA, è stato possibile ottenere miglioramenti notevoli per quanto riguarda il livello di efficienza del motore termico (si parla del 40% in più). Nel dettaglio, la parte meccanica vede la presenza di un powertrain ibrido che si distingue per batterie e motore di nuova generazione. La componentistica utilizzata risulta decisamente più leggera della precedente garantendo maggiore efficienza termica e, di conseguenza, risparmio di carburante e minori emissioni.
Il telaio è ora dotato di una maggiore rigidità, ma ad aver goduto di numerosi vantaggi è stato anche il pacco batterie.

Le innovazioni stilistiche della Toyota C-HR e la produzione in serie:

Toyota-C-HR-Concept-Lato

Altre variazioni rispetto alla versione 2014 della Toyota C-HR sono rappresentate da una carrozzeria di colore grigio, completata da un tetto monocromatico nero lucido, e dalla presenza di portiere posteriori dotata di maniglie nascoste nel montante. A non aver subito modifiche, invece, è la filosofia alla base della sua realizzazione, che ha visto Toyota cercare di rendere la show car estremamente giovane e dinamica. Scelta che appare evidente, ad esempio, nella presenza di cerchi in lega da 21 pollici, capaci di attirare gli sguardi del pubblico del Salone di Francoforte.
È attesa per il mese di marzo 2016 l’inizio della produzione in serie della nuova Toyota C-HR; fino ad allora non sarà possibile conoscere quali caratteristiche verranno riproposte e quali, invece, Toyota deciderà di eliminare. Ad ogni modo, è già possibile immaginare come il frontale sia destinato a non subire ulteriori modifiche, visto che presenta già ora dei tratti tipici delle produzioni di serie della casa giapponese. Ad esempio, è possibile citare il taglio dato ai gruppi ottici, ma anche il loro posizionamento all’interno della carrozzeria. Praticamente certa anche la presenza di un paraurti di pregevole fattura, destinato a rappresentare uno degli elementi cardine della parte anteriore.

Toyota-C-HR-Concept-RetroRelativamente alla parte posteriore, a spiccare è il suo aspetto futuristico, caratteristica comune a molte show-car. Molto probabilmente, quest’ultimo verrà abbandonato nella produzione di serie, finendo per essere sostituito da un lunotto più classico. Il modello definitivo verrà proposto all’interno del Salone di Ginevra del 2016 ed è destinato, fino ad allora, ad essere oggetto di numerose anticipazioni, molte delle quali non ufficiali.

Le nuove versioni della Prius e della Rav4 Hybrid:

In merito alle altre 2 vetture presentate da Toyota a Francoforte, deve essere sottolineato come la nuova Prius, ossia la quarta generazione della vettura capace di vendere finora 3,5 milioni di esemplari al mondo, sembra essere destinata a ripetere gli ottimi risultati conseguiti. Giungerà sui principali mercati nel 2016, e si caratterizza per le sue linee eleganti e per un frontale basso piuttosto aggressivo. Il cofano nasconde un cuore ibrido, con un motore elettrico affiancato ad un propulsore a benzina. Si tratta di un sistema che risulta ancora più efficiente di quello presente nella versione precedente. La Rav4 Hybrid, invece, si distingue per essere la prima vettura appartenente al segmento dei Suv compatti a poter fare affidamento sulla tecnologia ibrida Toyota. Da segnalare, all’interno della vettura, il sistema propulsivo “Full Hybrid”, che propone un motore termico 2.5 litri a ciclo Atkinson e un propulsore elettrico, affiancando il tutto con un cambio automatico dotato di funzione sequenziale. Le versioni dotate di trazione integrale potranno fare affidamento su un secondo motore elettrico, che avrà il compito di governare l’asse posteriore.

Guarda il Video della nuova Toyota C-HR

 

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

Redazione

RELATED ARTICLES