toyota ahda

Toyota annuncia l’imminente rilascio della nuova versione dell’AHDA (Automated Highway Driving Assist), un sistema di assistenza automatica alla guida su autostrade. Si prevede la commercializzazione dell’impianto entro la fine del 2021, negli Stati Uniti.

TOYOTA AHDA SISTEMA DI AUTOPILOTA: RILASCIO PREVISTO NEL 2021

Il nuovo modello tecnologico è stato illustrato in occasione del quarto seminario annuale organizzato dalla Toyota, il TASS (Toyota Advanced Safety Seminar).

L’attività di ricerca e di sviluppo, che la casa automobilistica svolge da anni su questo avanzato sistema di assistenza alla guida, per il momento si basa sulle condizioni di traffico stradale statunitense e si attiva a una velocità di 70 miglia orarie, l’equivalente di 112 km.

Il funzionamento del Toyota AHDA prevede l’integrazione di tre tecnologie, che agiscono in modalità sinergica: il Dynamic Radar Cruise Control (DRCC), il Lane Trace Control (LTC) e il Predictive & Interactive Human Machine Interface (HMI).

Il loro ruolo fondamentale consiste nell’assistere il conducente durante la guida, mantenendo il veicolo a debita distanza di sicurezza dagli altri e nella corsia obbligatoria.

Negli Stati Uniti l’impiego di strumenti e meccanismi tecnologici innovativi, quali Toyota AHDA, volti a ridurre il numero dei sinistri e degli infortuni stradali è ormai oggetto di studi e di sperimentazioni da anni.

È dunque auspicabile che approdino presto anche in Italia,  simili innovazioni aumenterebbero il livello di sicurezza stradale.

I dispositivi di assistenza automatizzata del sistema Toyota ahda, alla guida si azionano attraverso compiti diversi: il Predictive & Interactive Human Machine Interface provvede a sorvegliare l’attenzione del guidatore, monitorando costantemente la presa manuale sul volante per mezzo di sensori sofisticati.

Il meccanismo, dotato anche di telecamera, è in grado di sorvegliare l’espressione del volto, intervenendo in presenza di segni di distrazione.

La sua caratteristica principale consiste nel regolare il transito della guida da manuale ad automatica.

Il Dynamic Radar Cruise Control utilizza un radar speciale per controllare la velocità di percorrenza e per mantenere il giusto margine di distanza da altre vetture.

Il Lane Trace Control, invece, assiste il guidatore nel percorrere all’interno del tratto stradale consentito. Per mezzo di una telecamera a onde radio, infatti, riesce a captare e a decifrare i comuni segnali presenti sul suolo, come le strisce continue o di sorpasso.

In caso di eccessivo allontanamento, interviene direttamente sulla direzione di marcia.

Il sistema Toyota AHDA, anche se innovativo e funzionale, non trasforma un’automobile in un dispositivo interamente robotizzato, svincolando l’essere umano da qualsiasi responsabilità di guida ma occorre sempre assumere comportamenti responsabili e leciti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA