10 agosto 2018
  • 11:43 Infiniti QX70 Limited Edition al salone di new york 2016
  • 14:48 Maserati Levante 2016 arriva la commercializzazione
  • 9:00 Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale
  • 9:00 Bugatti Vision Gran Turismo
  • 9:00 Toyota C-HR al Salone di Francoforte
SRT Tomahawk Vision Gran Turismo

SRT Tomahawk Vision arriva dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles (in breve FCA) la nuova concept ibrida sviluppata appositamente per Gran Turismo 6. Per il progetto è stato attribuito il nome di Tomahawk dalla famosa ascia da battaglia dei nativi americani . Sarà disponibile per il download già a partire dai mesi estivi, venendo inserita in quello che rappresenterà un aggiornamento gratuito del gioco.

SRT Tomahawk Vision dal Gruppo FCA la vettura virtuale per Gran Turismo 6

Tra le caratteristiche principali le tecnologie innovative (e originali) della nuova SRT Tomahawk Vision, verrano affiancate da un motore V10 che permetterà al veicolo di sviluppare una potenza di 2.625 cavalli. Inoltre, sul piano estetico, si fanno notare gli alettoni ad assetto variabile. L’arrivo della SRT Tomahawk, anticipato da un brevissimo teaser, è stato confermato attraverso un filmato ufficiale. A realizzare il modello è stata la divisione denominata Street and Racing Technology. La concept è stata ribattezzata come la sportiva del 2035.
Inizialmente, erano una trentina le possibilità, tra le quali è stato scelto il modello definitivo. Ad ispirare le sue forme sono stati i Nativi americani.

Le principali caratteristiche della nuova concept

SRT-Tomahawk-Vision-Gran-Turismo-Lato

Grazie all’impressionante numero di cavalli, la nuova SRT Tomahawk Vision può raggiungere e superare i 600 km/h. Si tratta di un risultato che, ovviamente, può essere toccato unicamente da un veicolo destinato alle console (in questo caso alla PlayStation 3) e, quindi, esistente solamente nel mondo virtuale. Esaminando l’abitacolo della SRT Tomahawk non si può non rimanere stupiti di fronte ai ben 9 pannelli aerodinamici dotati di assetto variabile, che comprendono anche un alettone sul posteriore. Si tratta di una soluzione adottata per permettere di ottenere ottimi risultati in fase di frenata. Sarà possibile, per i giocatori, regolare i mozzi delle ruote (sia verso l’interno che verso la parte esterna) attraverso un sistema di campanatura attiva. In questo modo si potrà contare su un contatto perfetto con l’asfalto e, nel contempo, sulla massima trazione meccanica. Sul piano tecnologico, a mettersi in evidenza è l’unità ad energia pneumatica con la quale è possibile, tra le altre operazioni, attivare i pannelli aerodinamici. Notevole anche la scelta di adottare un’illuminazione al plasma per la parte posteriore della vettura, oltre alla presenza di cinque scarichi. Per la strumentazione e per il motore è stato utilizzato un materiale innovativo come il lattice di grafene.

SRT Tomahawk Vision le tre versioni proposte per Gran Turismo 6: potenza e prestazioni oltre l’ immaginabile

La monoposto può garantire prestazioni assolutamente non replicabili nel mondo reale, ottenute attraverso un powertrain ibrido che presenta un motore elettrico e un propulsore V10 a benzina da 7 litri. FCA sembra avere dato una grande importanza alla vettura, anche se non si tratta di un modello che potrà essere convertito in un veicolo reale. Sono tre, infatti, le versioni che potranno essere scelte nel gioco Gran Turismo 6. La prima, SRT Tomahawk S, sarà l’entry level, mentre la GTS-R è stata appositamente progettata per l’utilizzo in pista. Infine, è stata scelta la SRT Tomahawk X, che raggiunge dei risultati elevatissimi in termini di prestazioni. La versione S mette a disposizione 1.020 cavalli (ben 217 dei quali derivanti dall’alimentazione pneumatica delle gomme) e ha un peso di 919 chilogrammi. La velocità massima raggiungibile è di 402 km/h. La versione GTS-R aggiunge altri 79 chilometri, arrivando a 482, ottenuti grazie alla presenza del V10 elaborato, capace di mettere a disposizione del guidatore 1470 cavalli. Il peso, in questo caso, è notevolmente ridotto, arrivando solamente a 661 chilogrammi. Risultati ancora più incredibili per la versione denominata Tomahawk X , che permette di toccare i 650 chilometri orari. Oltre a presentare vetture inimmaginabili, il Gruppo FCA ha dovuto anche pensare ad una tuta speciale per il pilota, in grado di proteggerlo dalle accelerazioni laterali. Questo ha portato alla realizzazione della tuta anti-G.

SRT Tomahawak: le motivazioni alla base del progetto di FCA

La scelta di FCA di presentare un modello virtuale è stata determinata, in modo particolare, dalla volontà di far conoscere ancora di più il suo brand sportivo. Considerando che, nel mondo, sono 80 milioni gli utenti che giocano a Gran Turismo, la scelta potrebbe rivelarsi lungimirante. Sono state anche altre le case automobilistiche che hanno operato la medesima scelta nei mesi precedenti. A voler lasciare un commento in merito a quanto ottenuto è stato Mike Shinedling, che agisce in qualità di responsabile progetti avanzati. Quest’ultimo ha dichiarato come la sfida abbia rappresentato un vero e proprio divertimento, in grado di consentire ai tecnici di spingersi oltre i propri limiti. L’obiettivo è stato quello di ricreare qualcosa di reale all’interno di un ambiente virtuale; un processo affascinante che ha coinvolto e appassionato.

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES