12 agosto 2018
  • 11:43 Infiniti QX70 Limited Edition al salone di new york 2016
  • 14:48 Maserati Levante 2016 arriva la commercializzazione
  • 9:00 Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale
  • 9:00 Bugatti Vision Gran Turismo
  • 9:00 Toyota C-HR al Salone di Francoforte
Porsche 911 Stinger GTR Carbon Edition TopCar

A permettere alla Porsche 911 di raggiungere un livello di personalizzazione sconosciuto per una vettura sportiva estrema sono state le modifiche apportate da Topcar per la nuova versione Porsche 911 Stinger GTR Carbon Edition.

Porsche 911 Stinger GTR Carbon Edition la nuova supercar da 290.000 euro

Grazie al suo intervento è stato possibile offrire ai fedeli clienti della casa automobilistica tedesca la nuova Porsche 911 Stinger GTR Carbon Edition, proprio Topcar ha voluto indicare come abbia provveduto ad un cambiamento di quasi la totalità dei pannelli utilizzati per la versione originale. Al loro posto sono stati adottati 24 componenti in fibra di carbonio, che hanno permesso di ridurre notevolmente il peso della vettura. Sono stati sostituiti anche i cerchi in lega, affidandosi al modello ADV.1. Per quanto riguarda gli interni, sono stati impiegati numerosi elementi in grado di garantire un maggior impatto dal punto di vista visivo. È possibile segnalare, in tale ambito, gli inserti color oro e i rivestimenti in pelle Nappa e fibra di carbonio. Una simile attenzione per i dettagli ha portato ad un inevitabile adeguamento del prezzo della nuova Porsche 911 Stinger GTR Carbon Edition ; per le modifiche, infatti, i guidatori dovranno sborsare la cifra di 64.000 euro, con l’aggiunta di altri 10.000 euro per il lavoro di montaggio. La vettura arriva a raggiungere, pertanto, una cifra totale di 290.000 euro.

Porsche 911 Stinger GTR Carbon Edition e le nuove vetture presentate al Goodwood 2015

Porsche-911-Gtr-Stinger-Carbon-Edition-Top-Car-Retro

La versione base della Porsche 911 GT3 RS era stata presentata, assieme alla Cayman GT4, nel corso dell’ultima edizione del Goodwood 2015 (evento che si tiene lungo la costa meridionale inglese), rivestendo subito il ruolo di protagoniste. In quell’occasione, a condurre la nuova Porsche 911 era stato Andreas Preuninger, ossia il Manager High Performance Cars dello stesso marchio tedesco. L’esibizione ha permesso di mettere in mostra le principali caratteristiche della vettura; ad aver colpito gli addetti ai lavori era stata, in particolare, la parte meccanica. Anche lo spunto dinamico era stato molto apprezzato; questo grazie, soprattutto, alla potenza trasmessa dai 500 cavalli, garantiti dall’impiego del motore boxer 4 litri aspirato, affiancato da un’eccellente trasmissione doppia frizione 7 rapporti.

Le prestazioni della Porshce 911 GT3 RS e della Cayman GT4:

Le performance si erano dimostrate eccellenti, con uno scatto da fermo capace di raggiungere i  100 chilometri orari in soli 3.3 secondi e una velocità massima di ben 322 km/h. Anche la Cayman GT4 aveva ottenuto riscontri molto positivi; in questo caso era stato il propulsore boxer sei cilindri (si parla di 3.8 litri) a rendersi protagonista, in quanto capace di sviluppare qualcosa come 385 cavalli. In questo caso, sono necessari al guidatore 4,4 secondi per arrivare a toccare i 100 km/h, mentre la velocità massima è di 295 km/h.

Porsche 911 Targa: l’estremizzazione del lusso

Porsche-911-Targa-2015Sempre Goodwood ha visto la partecipazione della Porsche 911 Targa. Per realizzarlo, la casa americana è intervenuta su un modello della stessa vettura, il 964 air-cooled. Ad aver richiesto dei dettagli e delle finiture caratterizzati da un’estrema eleganza è stato un cliente canadese. Quest’ultimo ha fornito delle indicazioni piuttosto specifiche; ha richiesto, ad esempio, la presenza di cerchi marchiati Fuchs ed una copertura ripiegabile (e morbida) dotata di una parte rimovibile (realizzata in fibra di carbonio). Tra gli altri elementi caratterizzanti deve essere segnalata la presenza di dettagli in oro e di pinze freno con una tonalità arancione. Tale colore è stato ripreso anche per gli interni, realizzati in cuoio e camoscio; l’abitacolo, inoltre, si è distinto per il rool hoop con finitura in nickel. Le modifiche della 911 targa hanno riguardato anche il motore, con l’introduzione del boxer da 4.0 litri, in grado di mettere a disposizione del guidatore 390 cavalli.

Il mondo delle corse e gli obiettivi futuri di Porsche:

Porsche è continuamente proiettata verso il futuro. Sembra che l’intenzione sia quella di utilizzare le gare per avere l’opportunità di testare delle soluzioni da trasferire, successivamente, sulle vetture sportive di serie. Si tratta di una strategia parsa evidente già dal recente ritorno nel mondo delle corse. Non a caso, la casa tedesca ha chiuso la 24 Ore di Le Mans con un trionfo, solamente due anni dopo il ritorno alle gare del Mondiale Endurance. A beneficiare di questa attenzione per le corse saranno vetture come la 911, la Boxter, Panamera e Cayenne. Wolfgang Hatz, responsabile del Centro Ricerca e Sviluppo, ha voluto indicare come la ricerca sul piano dell’aerodinamica e del design leggero, oltre allo studio di nuove concept car ibride e di vetture a trazione elettrica costituiranno i principali obiettivi dei prossimi anni. Le gare, sempre secondo Hatz, hanno offerto nuove possibilità di sviluppo.

Guarda il Video

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES