13 dicembre 2018
  • 17:43 Nuova McLaren 720S da Ginevra a Shangai a 340 km/h
  • 12:35 BMW Serie 2 M240i xDrive e 220d Cabrio
  • 12:49 Renault Espace 2017: comodità alla francese
  • 12:44 Toyota Auris 2017: tutte le novità del restyling
  • 12:58 Renault Clio restyling 2017: novità estetiche e nuovi motori

Peugeot Instinct Concept è la nuova concept car del marchio francese che svela le soluzioni del prossimo futuro per la tecnologia a bordo e per la guida.

Peugeot Instinct Concept: il futuro parte da qui

Peugeot Instinct Concept non è la concept car da salone alla quale ci hanno abituato un po’ tutti i marchi mondiali. Non si tratta cioè di un semplice esercizio di stile con alcune soluzioni realmente applicabili al mondo dell’auto, ma di un vero e proprio involucro che contiene diverse novità tecnologiche che guideremo sulle auto di un futuro molto prossimo. Non è quindi un caso che Peugeot Instinct Concept non sia stata presentata ad un salone dell’auto ma al Mobile World Congress di Barcellona, il salone dedicato a tutto ciò che ruota intorno al mondo dell’high tech.

Come si presenta Peugeot Instinct Concept

Peugeot Instinct Concept è quindi una concept car, pensata per mostrare al pubblico il futuro delle soluzioni tecnologiche per l’auto. Esteticamente l’auto si presenta come una shooting brake a quattro posti, alimentata da un motore ibrido plug-in da 300 CV e caratterizzata da scelte stilistiche innovative. I designer del centro stile hanno deciso di dotare Peugeot Instinct Concept di un’innovativa soluzione con fari al LED per i gruppi ottici posteriori, che occupano tutta la fascia al di sotto del lunotto posteriore, in un’unica scia luminosa che prosegue abbondantemente anche sulle fiancate. Peugeot Instinct Concept è caratterizzata da linee molto decise e a tratti spigolose, che conferiscono all’auto un aspetto futuristico. La concept ha quattro porte, con aperture integrate nella carrozzeria, cerchi di dimensioni importanti e finestrini sottili e allungati verso la parte posteriore, per conferire maggiore dinamicità all’insieme. Nella parte frontale spiccano i sottili gruppi ottici, evidenziati da due barre al led che uniscono i fari alla parte inferiore del paraurti.

All’interno di Peugeot Instinct Concept

Nonostante l’aspetto da auto del futuro, non è l’esterno la parte più interessante di Peugeot Instinct Concept. Infatti gli ingegneri PSA hanno rinchiuso nell’abitacolo del nuovo concept una serie di soluzioni che rappresentano il punto di incontro più avanzato tra high tech ed automotive.

Peugeot Instinct Concept è stata pensata come veicolo in grado di interfacciarsi con l’internet delle cose, a servizio del conducente. L’auto è infatti in grado di dialogare con altri dispositivi connessi, come ad esempio il sistema di chiusura di casa; in questo modo il guidatore potrà dimenticarsi di effettuare molte delle piccole operazioni quotidiane, come ad esempio chiudere la porta di casa, inserire un allarme o ancora accendere il riscaldamento.

Le soluzioni di Peugeot Instinct Concept riguardano però anche direttamente il mondo della guida; grazie alla costante connessione, la vettura è in grado di dare utili informazioni sullo stato del traffico al momento della partenza sul percorso prescelto o rilevare alcuni parametri del guidatore in modo da proporre soluzioni a suo vantaggio, come ad esempio cercare un parcheggio nei pressi della destinazione in modo da permettere di percorrere l’ultimo tratto a piedi, a vantaggio della forma fisica.

Peugeot Instinct Concept e Samsung Artik Cloud

PSA ha concordato una partnership con Samsung per lo sviluppo delle soluzioni tecnologiche a bordo di Peugeot Instinct Concept. Il sistema utilizzato si chiama Samsung Artik Cloud che consiste in un ambiente virtuale dove l’auto può interagire con i dispositivi utilizzati dal guidatore o presenti all’interno dell’auto.

Il sistema è pensato anche per gestire le modalità di guida autonoma. Peugeot Instinct Concept può infatti essere impostata con guida Autonomous Soft, un’impostazione concepita per il massimo comfort o nell’impostazione Autonomous Sharp, che predilige i percorsi meno trafficati.

Il conducente può comunque scegliere di guidare la vettura; tuttavia nella modalità di guida automatica l’auto ritrae i dispositivi necessari per la guida in modo da ampliare lo spazio a bordo, per un comfort ancora maggiore del conducente e dei passeggeri. Se si selezionala guida classica invece, Instinct Concept attiva una serie di soluzioni per facilitare la guida stessa, come i fari adattativi, il cruise control ed il sistema olografico con le indicazioni classiche del cruscotto.

Peugeot Instinct Concept presenta infine una chat box indipendente per ogni persona a bordo che risponde ai comandi vocali per il controllo del sistema di infotainment.

Guarda il Video

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES