16 dicembre 2018
  • 17:43 Nuova McLaren 720S da Ginevra a Shangai a 340 km/h
  • 12:35 BMW Serie 2 M240i xDrive e 220d Cabrio
  • 12:49 Renault Espace 2017: comodità alla francese
  • 12:44 Toyota Auris 2017: tutte le novità del restyling
  • 12:58 Renault Clio restyling 2017: novità estetiche e nuovi motori

Nuova Porsche Boxster Spyder: il lusso di Porsche arriva al Salone di New York

Al Salone di New York Porsche si è presentata con una novità molto attesa dal pubblico statunitense, la nuova Porsche Boxster Spyder. Sebbene tale vettura abbia rappresentato il fiore all’occhiello del suo stand, sono stati molti altri i modelli portati dalla casa automobilistica all’interno della rassegna americana.
Sono state proposte, ad esempio, le varianti GTS di due modelli famosissimi, ossia la Porsche 911 e la Porsche Cayman. Queste due vetture avevano già debuttato, in precedenza, al Salone di Detroit. Inoltre, non sono mancati modelli come la Porsche Macan, la Cayenne e la Panamera.

Porsche Boxster Spider, la protagonista indiscussa

La vera protagonista dello stand, la nuova Porsche Boxster Spyder, si propone come una sportiva vecchia scuola; questo è evidente già dalla presenza delle gobbe posteriori, che a molti faranno tornare in mente quella che, negli anni ’50, era una delle caratteristiche principali della Porsche 718 Spyder.
Come accaduto per la Cayman GT4, anche per la nuova Porsche Boxster Spyder sono stati ripresi alcuni componenti già adottati per la precedente Porsche 911 GT3. L’intenzione è stata quella di portare sul mercato un modello che si caratterizzi per la sua semplicità, per poter accontentare i puristi della guida. Per tale motivo, sarà possibile ordinare la nuova Porsche Boxster Spyder solamente con il cambio manuale; inoltre, è da segnalare l’assenza di alcune dotazioni che avrebbero finito unicamente per renderla meno facile da guidare. Gli ingegneri hanno concepito la vettura in modo da ridurne il peso complessivo; per tale motivo alcuni elementi della nuova Porsche Boxster Spider, come la radio e il climatizzatore, non vengono offerti di serie. È libertà del cliente, comunque, richiedere la loro presenza (nel momento stesso in cui si procede all’ordinazione), senza che questo comporti alcun sovrapprezzo. Le scelte adottate hanno permesso alla nuova vettura di risultare invidiabile dal punto di vista dell’aerodinamica; oltre ad un flat six può contare anche su un assetto ribassato (si parla di circa 20 millimetri).

Gli interni della Porsche Boxster Spyder e l’originale capote

È stato anche potenziato l’impianto frenante della nuova Porsche Boxster Spyder mentre, per quanto riguarda gli interni, sono da segnalare i sedili sportivi. Trattandosi di una vettura top di gamma, gli interni sono stati progettati per consentire a chi si siede al posto di guida (e al relativo passeggero ) di farlo in assoluto relax e nella massima comodità. Gli stessi sedili sportivi, infatti, sono a guscio e presentano dei fianchi piuttosto pronunciati. Sempre per facilitare la guida è presente un volante sportivo con un diametro di 360 mm; quest’ultimo assicura una guida assolutamente precisa e molto agile. Il resto dell’abitacolo si caratterizza, invece, per l’essenzialità che, come indicato in precedenza, è stato uno degli aspetti dei quali è stato tenuto maggiormente conto in fase di progettazione.
Un altro elemento che permette alla nuova Porsche Boxster Spyder di distinguersi è la capote realizzata in tela, che risulta decisamente più pratica di quella presente nel modello precedente. La sua efficienza permette di utilizzarla anche nel caso in cui la velocità di percorrenza sia piuttosto elevata. Il meccanismo di apertura e di chiusura è gestibile manualmente; la capote, una volta chiusa, si posiziona all’interno del cofano posteriore. Quest’ultimo, come già accaduto per la Porsche 718, è in grado di dare luogo ad una sorta di continuità con lo stesso abitacolo.

L’aerodinamica e le prestazioni della Boxster Spyder

La nuova versione, a due posti della Porsche Boxster Spyder, si differenzia dal modello standard anche per gli accorgimenti aerodinamici adottati; fanno parte di questi ultimi, ad esempio, le numerose prese d’aria poste sul paraurti, che ricordano quelle presenti sulla Cayman GT4.
A garantire prestazioni di alto livello è il motore a sei cilindri da 3.8 litri; quest’ultimo è derivato dal modello Porsche 911 Carrera e permette di avere a disposizione una potenza di 375 cavalli. È sufficiente prendere in considerazione lo spunto in partenza per rendersi conto dell’efficienza dello stesso propulsore. Partendo da ferma, infatti, la vettura è in grado di raggiungere i 100 km/h in soli 4,5 secondi. In tema di velocità massima raggiungibile, invece, la nuova Porsche arriva a toccare i 290 km/h.

Consumi limitati e pacchetti aggiuntivi, altri aspetti positivi del nuovo modello Porsche

Altro aspetto importante della nuova Porsche Boxster Spyder é quello dei consumi; in questo ambito, la casa produttrice indica che con un litro di benzina è possibile percorrere una distanza di 10 chilometri.
Porsche propone, ai clienti che vogliono assicurarsi una vettura assolutamente inimitabile sul piano dell’eleganza, il pacchetto opzionale denominato Spyder Classic, che presenta degli interni dotati di modanature Argento GT a contrasto, oltre a delle rifiniture in pelle, di colore rosso granata e Alcantara nera, raffinate ed accattivanti.

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES