12 agosto 2018
  • 11:43 Infiniti QX70 Limited Edition al salone di new york 2016
  • 14:48 Maserati Levante 2016 arriva la commercializzazione
  • 9:00 Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale
  • 9:00 Bugatti Vision Gran Turismo
  • 9:00 Toyota C-HR al Salone di Francoforte
Maserati Compie 100 Anni

Cento anni e non sentirli: sembra essere questo lo slogan che riassume il primo secolo di vita di una delle storiche aziende automobilistiche italiane, la Maserati, nata nella città di Bologna il 1° dicembre del 1914.

Maserati festeggia i 100 anni di storia: un marchio italiano ammirato in tutto il mondo

maserati-officina-originale

Da piccola officina a realtà in grado di stabilire vendite record: è stato questo aspetto a caratterizzare la storia della Maserati, fatta di innovazione e successo. Fondata dai tre fratelli Alfieri con il nome di Società Anonima Officine Alfieri Maserati e accompagnata da un simbolo che è diventato famoso nel mondo, il tridente della statua di Nettuno, è entrata già nel cuore degli Foto Tridente Maseratiitaliani con il modello Tipo 26, prodotta nel 1926, e destinata alle corse. Proprio grazie al mondo delle corse il nome di Maserati riesce a circolare rapidamente; Nuvolari, infatti, porta le vetture bolognesi a conquistare successi ovunque, soprattutto conducendo la mitica 8CM. Nel 1946, invece, debutta il primo modello destinato ad essere utilizzato sulle comuni strade e non sui circuiti, la A6, che prende il suo nome proprio dal numero di cilindri utilizzati, 6.1946-maserati-a6

I tre fratelli presero la decisione di vendere il marchio ad Alfonso Orsi rimanendo, però , all’interno dell’azienda come manager. Proprio l’era Orsi portò ad innovazioni tecniche come il telaio in treccia tubolare impiegato, ad esempio, per il modello Tipo 61 Birdcage e per la 250F.
Nel 1957, invece, Juan Manuel Fangio diventa campione del mondo di Formula 1 Tipo V4proprio con una vettura della casa automobilistica Bolognese, dando nuovo lustro all’azienda italiana. Pochi anni dopo si assiste alla presentazione della Quattroporte (arrivata fino ai giorni nostri, dopo 6 generazioni di continui miglioramenti tecnici), seguita dalla Mistral, quest’ultima offerta al pubblico sia in versione coupé che in versione spider. Nel 1966 Giorgetto Giugiaro mette la sua preziosa firma sul modello Ghibli, dando una nuova spinta alle vendite di un marchio che conquista sempre più spazio sul mercato ed è in grado di stupire costantemente gli amanti delle auto sportive con scelte avveniristiche, sia in termini di motori che di soluzioni aerodinamiche, oltre che per l’eleganza. Il marchio, terminata l’era Orsi, finì in mano francese, sotto il controllo della Citroen e di quello di Alejandro de Tomaso. Fu negli anni settanta che videro la luce vetture sportive come la Maserati 1971-maserati-boraBora; inoltre, ad utilizzare le auto del famoso “tridente” furono anche numerose autorità, Capi di Stato di tutto il mondo, che non fecero altro che espandere l’immagine del marchio.

Un punto di svolta è stato il 1993: in quell’anno, infatti, viene rilevata dalla Fiat, finendo per essere affidata alla Ferrari quattro anni dopo. Si tratta di un passaggio fondamentale che consente alla Maserati di iniziare la cosiddetta “era moderna”, che viene inaugurata con la 2013-maserati-ghibli3200 GT; successivamente si assisterà al ritorno in America, alla presentazione della nuova Quattroporte, alla Supercar MC12. Gli ultimi modelli, introdotti recentemente, che hanno portato il marchio bolognese a vendite crescenti nonostante il periodo di crisi che ha interessato anche il reparto automobilistico, sono state la Ghibli, il GranCabrio e il GranTurismo. Il centesimo compleanno non sembra rappresentare, per Maserati, un punto di arrivo, ma solamente un traguardo dal quale ripartire per un futuro fatto ancora di successi e di sperimentazione. Per il 2015, infatti, è già previsto l’arrivo di una nuova vettura, il Suv Levante.

Guarda il Video

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES