14 dicembre 2018
  • 17:43 Nuova McLaren 720S da Ginevra a Shangai a 340 km/h
  • 12:35 BMW Serie 2 M240i xDrive e 220d Cabrio
  • 12:49 Renault Espace 2017: comodità alla francese
  • 12:44 Toyota Auris 2017: tutte le novità del restyling
  • 12:58 Renault Clio restyling 2017: novità estetiche e nuovi motori
Lamborghini Huracan LP620 2 Super Trofeo 2015

In pista, ogni chilo e ogni decimo di secondo sono decisivi. Lo sa anche Lamborghini, che farà debuttare nei campionati Monomarca del 2015 una versione speciale della sua Huracàn, la LP 620-2 Super Trofeo.

Nuova Lamborghini Huracàn LP 620-2 Super Trofeo da corsa: zero compromessi nata per correre

Questa volta non ci si troverà di fronte a un modello stradale leggermente rimaneggiato e lanciato in pista. La nuova Lanborghini Huracàn LP 620-2 Super Trofeo infatti, nonostante derivi ovviamente dal progetto di base Huracàn, ne rivede praticamente tutti gli aspetti principali consegnando al pilota un mezzo pensato e costruito per l’agonismo, perfezionato fin nei minimi dettagli. A fare la parte del leone per il progetto LP 620-2 è infatti uno dei fiori all’occhiello di Lamborghini, il settore Squadra Corse con il suo nuovo direttore Giorgio Sanna, già pilota e storico capo-collaudatore per il comparto stradale. Il dna della nuova nata è indubbiamente super sportivo, completamente proiettato verso competizioni come il campionato GT3 o il Blancpain Super Trofeo. In quest’ultimo, in particolare, la nuova Huracàn speciale è destinata a raccogliere la pesantissima eredità del sempre valido modello Gallardo.

Nuova Lamborghini Huracàn LP 620-2 Super Trofeo: caratteristiche interne

Il team di Squadra Corse ha scelto di non lasciare assolutamente nulla al caso, lavorando per la creazioneLamborghini-Huracan-LP620-2-Super-Trofeo-2015-retro di un veicolo pienamente adattabile tanto al Super Trofeo monomarca quanto alle competizioni Gran Turismo di più classi. In quest’ottica si colloca, ad esempio, la scelta di abbandonare la trazione integrale tipica della Huracàn stradale in favore della trazione posteriore (obbligatoria nei GT). Le prime variazioni si notano già nel comparto motore della nuova Lamborghini Huracàn LP 602-2 Super trofeo. Il propulsore rimane infatti un V10 5.2 aspirato, ma a coordinarlo sarà una nuova speciale centralina elettronica Motec Racing al posto della Bosch standard. Risultato: un’erogazione da 610 a 620 cavalli, grazie a una migliore gestione globale delle fasi del motore ma anche al nuovo impianto di scarico e a un filtro dell’aria più performante. Notevoli anche i cambiamenti nel sistema di trasmissione, ora affidata a un cambio sportivo X-Trac a sei marce, con frizione a tre dischi e comandi al volante. Lo stesso volante, inoltre, accoglierà anche i comandi per regolare la funzionalità del nuovo ABS, anch’esso riprogettato appositamente da Bosch per la nuova Lamborghini Huracàan LP 620-2 Super Trofeo. Un profondo restyling tecnico è stato adottato anche per i sistemi di raffreddamento, sia per l’impianto frenante, sia per il motore grazie all’opera della Dallara di Parma.

AERODINAMICA E LEGGEREZZA
Se un primo alleggerimento della nuova Lamborghini Huracàn LP 620-2 Super Trofeo si era ottenuto già con il passaggio alla trazione Lamborghini-Huracan-LP620-2-Super-Trofeo-2015-Latoposteriore, un’ulteriore riduzione è data dai materiali più leggeri adoperati per la costruzione rispetto all’omologo modello stradale, per un peso totale che dai 1422 kg della versione standard passa a circa 1270 kg. La casa automobilistica Dallara ha avuto un ruolo importante, oltre che per i nuovi impianti di raffreddamento, anche per l’assetto aerodinamico della nuova nata di casa Lamborghini. La forma del cofano anteriore risulta infatti leggermente variata, con in più uno spoiler leggermente più pronunciato, risultati ottenuti grazie agli studi effettuati nella galleria del vento della casa parmense.

SANNA: PROGETTO NATO PENSANDO AL GT3
Difficile non domandarsi il perchè di questo cambio di rotta, con la creazione di un modello da pista profondamente diverso dalla “collega” stradale. A rispondere è proprio Giorgio Sanna, difendendo la scelta dell’azienda e spiegando come questa sia maturata pensando a un progetto base da poter poi variare con facilità in funzione del Super Trofeo monomarca o del GT3. “Perciò la nuova Lamborghini Huracàn LP 620-2 SuperTrofeo – ha proseguito Sanna – è a conti fatti una vera e propria GT3 con qualche cosa in meno. Ma sotto il cofano c’è la stessa tecnologia”. Non resta dunque che valutarla in pista contro avversarie agguerrite targate in particolare Audi, Ferrari, Porsche e Mercedes.

Guarda il Video

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES