12 agosto 2018
  • 11:43 Infiniti QX70 Limited Edition al salone di new york 2016
  • 14:48 Maserati Levante 2016 arriva la commercializzazione
  • 9:00 Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale
  • 9:00 Bugatti Vision Gran Turismo
  • 9:00 Toyota C-HR al Salone di Francoforte
Jeep Renegade Euro NCAP Crash Test

Gli sforzi in ambito progettazione di veicoli del Gruppo FCA raggiungono i vertici nei sistemi di valutazione internazionale riscuotendo sempre maggior successo grazie ad un centro stile tra i piu’ avanzati del mondo ed un reparto di progettazione che promette nei prossimi mesi ulteriori novità.

Jeep Renegade Euro NCAP sicurezza cinque stelle : prodotta in Italia raggiunge il Top della categoria

La nuova Jeep Renegade è riuscita ad aggiudicarsi la bellezza di cinque stelle Euro NCAP, grazie agli ottimi risultati fatti riscontrare nei numerosi e severi test ai quali è stata sottoposta nell’ultimo periodo. Tra i principali test effettuati alla nuova Jeep Renegade da Euro NCAP  può essere segnalato l’85% ottenuto nella protezione offerta ad adulti e bambini, il 74% relativo ai sistemi di sicurezza (che comprendono il sistema di frenata automatica opzionale e il regolatore di velocità) e il 65% nella protezione dei pedoni.
Il riconoscimento per Jeep renegade da parte di euro NCAP assume una importanza ancora maggiore ora che questa organizzazione ha deciso di adottare soglie ancora più difficili da raggiungere per poter ottenere le 5 stelle.

Oltre a quanto indicato in precedenza Jeep Renegade si è fatta apprezzare anche per l’architettura 4×4 Small Wide e per i 6 airbag, offerti di serie. Proprio la 4×4 Small Wide è un’innovazione di grande rilievo; la Jeep è la prima autovettura FCA, infatti, a poter disporre della struttura monoscocca, realizzata impiegando in larga misura acciaio altoresistenziale e ultra-altroresistenziale, oltre a quello stampato a caldo. Il risultato ottenuto si caratterizza per un’ottima rigidezza torsionale. Per quanto riguarda la struttura frontale, è stata adottato un modello a 3 linee di carico; quest’ultimo consente alla zona anteriore di deformarsi in maniera omogenea in caso di incidente, indipendentemente dal veicolo (oppure dall’ostacolo) che viene accidentalmente impattato.

Oltre a verificare in maniera virtuale la qualità all’interno della fase di progettazione, sono state circa 300 le prove alle quali sono stati sottoposti molti componenti e sottosistemi appartenenti alle vetture prodotte all’interno dello stabilimento SATA, situato a Melfi.
Inoltre, le vetture sono state oggetto di oltre 100 simulazioni di impatto e numerosi crash test; questi ultimi hanno preso in esame molte tipologie di urti (ad esempio l’impatto frontale, quello laterale, il ribaltamento, il tamponamento e l’urto di un pedone), provando gli impatti a diverse velocità di crociera. Per quanto riguarda gli airbag i 6 disponibili sono perfetti per proteggere tutti i passeggeri in ogni occasione (si tratta di modelli frontali per i passeggeri che si trovano nei sedili anteriori, laterali a tendina e laterali per i sedili anteriori).

jeep-renegade-rear-cameraA seconda dei mercati (e degli allestimenti a disposizione) è possibile avvalersi di altri sistemi quali il Blind-Spot Monitoring, l’Adaptive Cruise Control (una novità che verrà introdotta nel corso del 2015), il Rear Cross Pathdetection e la telecamera ParkView, molto utile quando il guidatore si trova a dover compiere una manovra in retromarcia. Finora, uno dei più apprezzati sia da parte dei clienti che dalla critica specializzata è il Forward Collision Warning-Plus, ossia il sistema di frenata assistita. Per la categoria rappresenta la punta di diamante, risultando molto affidabile e preciso grazie all’impiego dei sensori radar e video che permettono di rilevare un avvicinamento troppo rapido della vettura a quella che la precede, oppure ad un ostacolo presente in strada. Qualora questo dovesse verificarsi il sistema è in grado sia di avvisare il guidatore che di assisterlo, evitando un possibile impatto o, se la distanza è ormai minima, di attenuarne in gran parte le conseguenze.

Lane-Sense-Departure-plusIl sistema conosciuto come “Lane Sense Departure Warning-Plus” avvisa il guidatore nel caso in cui la vettura inizi ad uscire dalla corsia di marcia; funziona attraverso l’utilizzo del sensore ottico della telecamera, che permette di stabilire con precisione la posizione sulla strada del veicolo rispetto alla segnaletica orizzontale presente sulla stessa carreggiata.
Nel caso in cui l’auto si trovi a deviare dalla propria traiettoria senza che sia stato utilizzato un indicatore di direzione da parte del guidatore viene emesso un segnale visivo, al quale si accompagna un segnale tattile; ad inviare quest’ultimo è il servosterzo elettrico. Qualora il conducente sia particolarmente distratto, tanto da non accorgersi del primo avviso, ne verrà emesso un secondo (sempre di tipo visivo). Infine, il sistema al quale è stato attribuito il nome “Blind-spot Monitoring” utilizza dei sensori radar a banda ultra larga che hanno la funzione di assistere il conducente nei cambi di corsia. In questo caso vengono segnalati al conducente i veicoli che si trovano negli angoli ciechi, sia attraverso delle icone illuminate (che appaiono sugli specchietti laterali) che per mezzo di un segnale acustico.

Da quanto emerso dai test su Jeep Renegade di euro NCAP, siamo sicuri che il 2015 sarà, per il Gruppo FCA, licenziataria dei marchi Jeep, Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Maserati e Ferrari un anno di svolta, caratterizzato dai molteplici sforzi ed investimenti di caratura internazionale, successo dettato anche un po’ dall’essenza del Made in Italy.

Guarda il Video

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES