13 dicembre 2018
  • 17:43 Nuova McLaren 720S da Ginevra a Shangai a 340 km/h
  • 12:35 BMW Serie 2 M240i xDrive e 220d Cabrio
  • 12:49 Renault Espace 2017: comodità alla francese
  • 12:44 Toyota Auris 2017: tutte le novità del restyling
  • 12:58 Renault Clio restyling 2017: novità estetiche e nuovi motori

Nello scorso mese di dicembre, Infiniti, il marchio dedito alla produzione di vetture di lusso all’interno del gruppo Nissan Motor, ha realizzato una vettura destinata alla realtà virtuale la Infiniti Concept Vision GT. La nuova Infiniti Concept Vision GT è  entrata a far parte del parco vetture del gioco per console (in particolare per la Playstation 3) Gran Turismo 6, probabilmente il più apprezzato e venduto tra tutti i simulatori di guida. Ora, trascorsi solo pochi mesi da quell’esperienza, la stessa casa automobilistica Infiniti ha preso la decisione di far compiere alla vettura virtuale un passo in avanti decisivo, tramutando la Infiniti Concept Vision GT in realtà.

Infiniti Concept Vision GT dal mondo virtuale alla realtà

Ad ammirare per primi il modello in scala 1:1 sono stati gli appassionati di motori accorsi al Salone di Shanghai. A caratterizzare il prototipo della nuova Infiniti Concept Vision GT, apparso molto velocemente nel corso della conferenza stampa (ed introdotto da Shiro Nakamura, il responsabile del Design Nissan) sono le forme, che appaiono decisamente più audaci grazie al ricorso a soluzioni decisamente innovative.
Tra queste ultime può essere segnalato il taglio del montante anteriore, ma anche l’interessante sviluppo aerodinamico. A fornire spunto per alcuni elementi della nuova Infiniti Concept Vision GT sono state diverse vetture di serie dalle quali derivano, ad esempio, la forma adottata dal montante posteriore, molto dinamico (e del quale risalta il profilo cromato), e la mascherina anteriore.

Le caratteristiche principali della nuova Infiniti Concept Vision GT

Ad aver permesso ad un progetto nato per il mondo virtuale di essere trasposto in una vettura reale è stato il Design Team di Pechino. Quest’ultimo ha scelto di adottare per la Infiniti Concep Vision GT una trazione posteriore con powertrain ibrido e schema transaxle. Inoltre, grande importanza è stata data all’armonia esistente tra aggressività e sensualità. Da questo punto di vista sono state molte le simulazioni computerizzate alle quali Infiniti ha fatto ricorso. A frenare l’entusiasmo seguito alla fugace apparizione di Shanghai della Infiniti Concept Vision GT è il fatto che ancora non si conoscono le intenzioni della casa giapponese in merito ad una possibile produzione di serie nel prossimo futuro. Ad ogni modo, quanto appena proposto sta portando ottimi risultati alla stessa Infiniti in termini di immagine, confermandola come una casa che si dimostra sempre più vicina al mondo delle competizioni; questo appare evidente nel carattere sempre più sportivo degli ultimi modelli proposti.
Fino a pochi anni fa, le aziende produttrici di automobili partivano da un concept, che finiva per essere tradotto in un’autovettura di serie e, solo successivamente, veniva inserita in un videogioco dedicato alle corse. Da qualche tempo, invece, sembra che il percorso seguito sia quello inverso. È sufficiente ricordare che, solo poche settimane fa, Volkswagen ha deciso di lanciare un prototipo destinato a far parte della realtà virtuale, sempre per Gran Turismo 6. Deve essere sottolineato, comunque, come l’idea di Infiniti rappresenti uno step successivo. Infatti, si tratta del primo importante marchio ad essere passato da un prodotto destinato al mondo dei videogiochi ad un concept. Anche se, alla fine, quest’ultimo non dovesse tradursi in una vettura destinata alla produzione di serie, potrebbero essere raccolte delle indicazioni relative ai futuri veicoli progettati dalla casa automobilistica nipponica.

Infiniti Q70L Bespoke Edition, altra novità presentata a Shanghai

Una ulteriore nuova vettura proposta a Shanghai e destinata a fornire un’idea del futuro prossimo della casa nipponica è la nuova Infiniti Q70L Bespoke Edition. Per ora si tratta di una vera e propria serie special, ispirata alla berlina a passo lungo; anche in questo caso non è ancora certo il suo futuro come vettura di serie. Infiniti ha cercato di applicare nuove finiture e diversi dettagli agli interni. Questi ultimi presentano un rivestimento realizzato in pelle bianca trapuntata, che si distingue per la lavorazione artigianale. Lo stesso materiale è presente anche in alcune sezioni dei pannelli porta, ma anche nella plancia. La nuova Infiniti Q70L Bespoke Edition è in grado di ospitare quattro passeggeri. Per quanto riguarda la tecnologia presente nell’abitacolo da segnalare è soprattutto la console centrale. La sua particolarità è costituita dal fatto di essere dotata di un braccio; quest’ultimo permette di separare il divano in due sedute. Una ulteriore particolarità della Infiniti Q70L Bespoke Edition è rappresentata dalla tinta scelta per la carrozzeria; si tratta della Arctic Aluminium, già impiegata per la Q60 Concept, ma che non è stata ancora utilizzata per nessun modello prodotto in serie.

La casa automobilistica nipponica è da diverso tempo impegnata nella presentazione di nuovi concept che nel futuro daranno origine alle linee di produzione commerciale. Il lavoro svolto genera comunque molta attenzione da parte dei media in relazione alle avveniristiche autovetture, una notevole operazione di marketing adatta ad un’ azienda ormai riconosciuta come di elevata caratura internazionale.

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES