14 dicembre 2018
  • 17:43 Nuova McLaren 720S da Ginevra a Shangai a 340 km/h
  • 12:35 BMW Serie 2 M240i xDrive e 220d Cabrio
  • 12:49 Renault Espace 2017: comodità alla francese
  • 12:44 Toyota Auris 2017: tutte le novità del restyling
  • 12:58 Renault Clio restyling 2017: novità estetiche e nuovi motori
Golf R 400 concept

La notizia che molti appassionati di motori attendevano, in particolare coloro che apprezzano da sempre le vetture del Gruppo Volkswagen, è stata confermata negli scorsi giorni direttamente dalla casa automobilistica tedesca: la produzione della Golf R 400 concept.

Golf R 400 concept inizia la produzione: finalmente ufficializzata la notizia

La Golf R 400 concept, infatti, è destinata ad essere prodotta in serie in un futuro non troppo lontano. La sua presentazione dovrebbe avvenire all’interno del prossimo Salone di Francoforte, previsto per l’autunno 2015. È stato Heinz-Jakob Neusser, il Responsabile powertrain del Gruppo, a rivelarlo a Car, famoso magazine britannico dedicato al mondo delle quattro ruote. La nuova Golf R 400 concept, presentata con successo all’ultimo Salone di Los Angeles e a quello di Pechino potrà circolare nelle strade di tutto il mondo tra pochi mesi, visto che si trova già nella fase di messa a punto. Si parla, a tal proposito, di un debutto nei mercati internazionali nella prima metà del 2016. Sono state fatte anche delle ipotesi in merito al prezzo della nuova Volkswagen R 400 concept; si parla di una cifra di poco inferiore ai 50.000 euro.
Dalle prime indicazioni, e in base a quella che è stata una scelta adottata dal Volkswagen fin dai primi modelli offerti al pubblico la nuova vettura non si caratterizzerà per un’innovazione estetica particolarmente estrema, pur essendo facilmente riconoscibile rispetto alle altri modelli che l’hanno preceduta.

Le prestazioni della Golf R400 Concept e le scelte in tema di motori

Restano ancora da definire, comunque, diversi punti riguardanti sia l’aspetto tecnologico che quello meccanico. Ad essere particolarmente attese sono le indicazioni in merito al propulsore che verrà utilizzato. Ancora oggi, infatti, non è chiaro se la Golf R 400 prodotta in serie presenterà un motore da 2 litri oppure un 2.5 Tfsi. Per quanto riguarda la versione concept, la scelta è ricaduta su un motore 2.0 litri quattro cilindri in linea TSI sovralimentato, al quale sono state apportate le modifiche necessarie per raggiungere una potenza di 400 cavalli. Grazie a questi ultimi le prestazioni ottenibili sono di altissimo livello, come testimoniano i soli 3,9 secondi necessari alla vettura per arrivare a 100 km/h partendo da ferma. La velocità massima della Golf R 400 concept, invece, è di 282 km/h. Il propulsore che verrà montato sulla versione di serie potrebbe beneficiare di un numero ancora maggiore di cavalli; alcune indiscrezioni emerse in rete indicano in 420 i cavalli che saranno messi a disposizione del guidatore. Sia che si arrivi a 400 che a 420, sarà comunque la vettura più potente a far parte della gamma. I 420 cavalli, comunque, si tradurrebbero in una velocità di punta vicina ai 300 km/h. Nella versione di serie della Golf R 400 concept non dovrebbero esserci sorprese per quello che concerne il cambio; con ogni probabilità, infatti, verrà adottato un DSG doppia frizione automatico sequenziale, a 7 rapporti. Il sistema di trazione integrale 4Motion permetterà di trasferire la potenza sviluppata a tutte e 4 le ruote.

La carrozzeria: dettagli in fibra di carbonio e spoiler posteriore

Sul piano estetico, già dalle prime immagini della Golf R 400 Concept è possibile notare le sue linee aggressive; Volkswagen ha cercato di conferirle un carattere più sportivo attraverso l’adozione sia di nuovi paraurti che di minigonne. In merito ai primi, da sottolineare in particolare gli inserti in fibra di carbonio e le prese d’aria, entrambi generosi, presenti sulla fascia anteriore. I gruppi ottici inseriti sono bixenon e possono contare su delle luci diurne a LED; a distinguerli da quelli presenti su quasi tutti i modelli Golf è la presenza di un baffo giallo (si trova tra i fari e la mascherina) che si abbina alle pinze dei freni. A spiccare sono i cerchi in lega diamantati a cinque razze da 19 pollici (montati su pneumatici ad alte prestazioni), ma anche l’ampio spoiler posteriore e i terminali di scarico.

Gli interni: carbon look e fibra di carbonio, per una maggiore sportività

Golf r 400 interni

La casa automobilistica tedesca ha scelto di non stravolgere gli interni della nuova Golf R 400 concept rispetto a quanto proposto in precedenza per la Golf R; le uniche modifiche sono l’aggiunta di particolari realizzati in fibra di carbonio, oppure utilizzando del materiale carbon look. Quest’ultimo può essere notato, in modo particolare, sul volante (a tre razze e con fondo piatto) e sul pomello del cambio, ma anche nei rivestimenti dei sedili (si tratta di sedili sportivi monoscocca). Tali elementi si abbinano in modo ottimale alle cuciture a contrasto di colore giallo.
In tema di tecnologia, è attesa l’adozione di un nuovo sistema di stabilità ESC, che usufruirà della funzione denominata Sport. Grazie a quest’ultima la Golf R 400 concept sarà in grado di garantire una sensazione molto piacevole al guidatore quando quest’ultimo sceglierà di adottare la guida sportiva.

Questa nuova concept del marchio tedesco sicuramente sarà la sostituta dell’ormai intramontabile versione GTI con novità assolute di motorizzazioni e tecnologia all’avanguardia, sopratutto in linea con i trend delle produzioni dell’intero gruppo.

Guarda il Video

Redazione

RELATED ARTICLES