12 agosto 2018
  • 11:43 Infiniti QX70 Limited Edition al salone di new york 2016
  • 14:48 Maserati Levante 2016 arriva la commercializzazione
  • 9:00 Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale
  • 9:00 Bugatti Vision Gran Turismo
  • 9:00 Toyota C-HR al Salone di Francoforte
Bugatti Veyron

Bugatti Veyron a Ginevra 2015 ultimo atto

Termina a Ginevra la gloriosa carriera della Bugatti Veyron, il cui ultimo esemplare verrà esposto in uno dei saloni automobilistici più importanti d’Europa prima di essere consegnato.Bugatti-Veyron-Grand-Sport-Vitesse-La-Finale  Sono stati prodotti un numero limitati di esemplari della Bugatti Veyron e l’ultimo modello della gloriosa serie è già tra le mani di un legittimo (e fortunato) proprietario: la Bugatti Veyron è in produzione dal 2005 e ha dato vita a numerose serie speciali fino a quando non ha raggiunto il limite di esemplari, così come stabilito fin dalla sua presentazione.
Per mantenere l’esclusività del marchio, infatti, la casa ha l’abitudine di stabilire una tiratura limitata che non ammette mai delle estensioni: prodotto l’ultimo modello, quindi, la Bugatti Veyron viene mandata in pensione per far posto alla sua erede, senza rimpianti e senza ripensamenti.

I numeri della Bugatti Veyron

Bugatti_veyron_cabrioQuesta vettura viene rigorosamente prodotta in modo artigianale: nessun pezzo viene assemblato o prodotto in serie. Il tutto avviene nello stabilimento francese di Molsheim, la fabbrica di produzione della Bugatti Veyron: 450 modelli disponibili sono stati ordinati per 300 volte nella versione coupé e per 150 volte in versione cabrio.
In entrambi i casi, però, sotto il cofano ruggisce il cuore pulsante di questa vettura, un motore W6, 8.0 di cilindrata con 64 valvole. Ma non è tutto, perché il motore della Bugatti Veyron è sovralimentato, per imprimere ancora più potenza grazie a 4 turbocompressori di ultima generazione che fanno, di questo, uno dei motori più performanti costruiti per una vettura da strada. Per quanto riguarda la potenza, invece, a seconda delle versioni si possono avere più o meno cavalli: il modello standard sviluppa “solo” 1001 cavalli ma se si prende in considerazione il modello Super Sport e si arriva all’impressionante potenza di 1200 cavalli. Numeri da far girare la testa a chiunque, capaci di far sognare e strabiliare: il motore da cui è derivato questo incredibile propulsore montato sul gioiello Bugatti, in realtà, deriva da un motore di uso comune potenziato, quello della Volskwagen Passat, l’affidabile e indistruttibile W8.
Chi parteciperà al Salone di Ginevra avrà la possibilità di ammirarla da vicino in tutta la sua bellezza, prima che venga consegnata al proprietario ma non potrà vederla nel suo ambiente più congeniale, la strada, dove può raggiungere la velocità di 407 km/h, che salgono a 431 km/h nella versione più sportiva ed estrema. Superati i 220 km/h, la Bugatti Veyron aumenta la superficie disponibile estraendo uno spoiler retrattile che migliora la stabilità e rappresenta un piccolo miracolo di tecnica ed elettronica.
La potenza sviluppata dal suo propulsore le permette di effettuare la canonica accelerata da 0 a 100 km/h in 2 secondi e mezzo, un tempo eccezionale per una vettura non studiata per le corse. La versione Super sport abbassa ulteriormente questo tempo di 0,2 decimi.

Il futuro della Bugatti

Questi sono i numeri da capogiro della Bugatti Veyron, che si prepara a lasciare il posto alla sua erede di cui ancora non è stato svelato con certezza nemmeno il nome, ma che dovrebbe essere presentata ufficialmente alla fine del 2015, lasciando quindi un gap tra l’uscita di scena della Veyron e il suo arrivo ma, come ampiamente dichiarato dai vertici Bugatti, la loro mission non è realizzare vetture in serie ma delle vere e proprie opere d’arte che possano essere inserite nelle collezioni degli appassionati e, in futuro, aumentare il loro valore, come un quadro o una scultura. Un progetto senza dubbio ambizioso, che Bugatti ha ripreso a perseguire dal suo ingresso nel gruppo Volskwagen, grazie a cui il marchio ha ripreso lustro e prestigio.
Per mantenere standard qualitativi d’eccellenza e garantire l’esclusività ai clienti che investono fior fiore di dollari e di euro nell’acquisto delle hypercar Bugatti, il piano di produzione prevede la produzione di un modello per volta, che può essere personalizzato a piacimento del cliente, che può chiedere di apportare modifiche estetiche o di rivedere al rialzo le prestazioni, nei limiti del consentito. Richieste costose e importanti, che inseriscono Bugatti in un mercato d’élite con poca concorrenza: i nomi dei fortunati milionari che possono permettersi un gioiello dell’automobilistica come questo non vengono mai resi noti, ma pare che numerose Bugatti Veyron siano state vendute in Russia e negli Emirati Arabi, rinomati per essere degli amanti di queste vetture veloci.
Tra le novità che potrebbero essere apportate alla vettura che succederà la Veyron, pare ci sia l’introduzione di un sistema di propulsione ibrido su un motore che dovrebbe riuscire a raggiungere i 1500 cavalli di potenza.

Guarda il Video della Bugatti Veyron

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES