14 agosto 2018
  • 11:43 Infiniti QX70 Limited Edition al salone di new york 2016
  • 14:48 Maserati Levante 2016 arriva la commercializzazione
  • 9:00 Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale
  • 9:00 Bugatti Vision Gran Turismo
  • 9:00 Toyota C-HR al Salone di Francoforte
BMW I8S

BMW i8s e’ il modello scelto dalla casa automobilistica tedesca per festeggiare i 100 anni dalla nascita.

Il 7 Marzo 2016, la casa automobilistica tedesca che ha segnato i sogni di tanti appassionati delle 4 ruote, compie cent’anni e anziché aspettarsi i meritati regali è pronta a fare un dono al mondo: una supercar ibrida, ispirata al noto modello i8 ma che nasconde molto di più di quello che si potrebbe pensare dandole un’occhiata veloce.

Secondo alcuni si chiamerà BMW i8s, perché la piattaforma su cui viene costruita è la medesima, secondo altri sarà fregiata della sigla molto più simbolica di M 100, ma costituirà comunque un modello unico destinato a far parlare molto di sé. Avvolta in un alone di mistero a partire dal nome, la BMW i8s potrebbe effettivamente chiamarsi M, come tutte le supercar prodotte dalla Gmbh M, la divisione del brand che si occupa dei modelli speciali, e 100 per commemorare i 100 anni di grande storia del marchio bavarese. A più di un anno dalla sua presentazione e a due anni previsti per la sua commercializzazione, la suspanse cresce, così come si moltiplicano le indiscrezioni su telaio e meccanica facendo divenire la BMW i8s – M 100 una delle macchine più ambite non ancora sul mercato.

BMW i8s: progetto italiano di un concept tedesco

BMW-i8s-latoSe la filosofia alla base della superveloce bavarese è in linea con i trend che caratterizzano il marchio BMW, il progetto porta la firma di uno degli ingegneri più apprezzati del momento, Roberto Fedeli, italianissimo, e sino a qualche tempo fa chief engineer del team Ferrari a Maranello. La migrazione di Fedeli in BMW è stata accolta con plauso dagli addetti ai lavori, in particolar modo dal CEO della “Divisione M” del gruppo, Norbert Reithofer, che probabilmente lascerà il brand dopo la presentazione della vettura, o al massimo dopo la sua immissione sul mercato. Per BMW, Fedeli ha pensato ad un’auto che fosse un connubio avveniristico di potenza e aerodinamica nel segno dell’eco-compatibilità: il risultato è sorprendente.

Stile e carattere in fibra di carbonio

Ad un primo sguardo la BMW i8s è un’auto grintosa e graffiante, che ricalca a grandi linee la sorella i8, ma indubbiamente si mostra più dinamica ed agile anche grazie al suo telaio che mescola in maniera equilibrata ed innovativa porzioni di telaio in fibra di carbonio, ad altre in alluminio puro. A caratterizzare la parte posteriore così come l’anteriore della vettura sono indubbiamente le profonde prese d’aria orizzontali, mentre i fari e i fanali sono racchiusi da griglie d’areazione d’effetto, che conferiscono alla i8s un aspetto cyborg e all’avanguardia. Si mormora che rispetto alla sorella minora, la i8s sarà dotata di un bagagliaio più capiente per regalare il massimo comfort anche durante i lunghi spostamenti.

Riprogettata per essere un missile su ruote

Bmw-i8s-retroSospensioni più rigide, ammortizzatori più stretti, pneumatici più larghi miglioreranno l’aderenza al terreno e la trazione, mentre i freni garantiranno un maggior mordente durante la guida su strada. L’aerodinamica, utilizzando le stesse parole di Fedeli “è quanto di meglio poteva essere prodotto da BMW”, riprendendo solo in parte le forme della i8 e puntando ad una stabilizzazione a terra, garantita da un peso che dovrebbe aggirarsi intorno ai 1600 kg, 110 kg in più rispetto al modello precedente.

Sino ad ottobre 2014 aveva fatto parlare molto di sé il propulsore: l’indecisione era fra due diverse configurazioni. La prima costituita da un motore 4 cilindri biturbo 2.0 capace di erogare 320 cv di potenza, la seconda un 6 cilindri 3.0 in grado di sprigionare 480 cv. Anche la configurazione per le ruote anteriori è stata a lungo in forse, fra un motore elettrico da 109 cv ed uno da 204. Sembra che ad oggi la scelta definitiva sia costituita dal motore 4 cilindri biturbo da 2.0 litri e 286 cv per le ruote posteriori, e da uno elettrico da 204 cv per le ruote anteriori ai quali si aggiunge uno starter, condiviso con la i8, da 27 cv. La coppia, rispetto alla precedente i8, passerà da 570 Newton/metri a 700 Newton/metri per uno scatto o-100 in 3.5 secondi a dispetto della i8 che ne impiega 4.4. La velocità massima, limitata elettronicamente dovrebbe attestarsi, anche per questa versione, ai 250 Km/h.

Anche la trasmissione è potenziata rispetto alla precedente versione i8: se quest’ultima ha un cambio a 6 marce, per la BMW i8s si prevede un cambio automatico 8 marce prodotto dallo specialista nella produzione di trasmissioni d’eccellenza, Aisin.

BMW i8s: un lusso per pochi

La prima occasione in cui l’auto si lascerà guardare dal pubblico sarà indubbiamente il centenario BMW, quindi il 7 Marzo 2016, mentre è prevista la commercializzazione a Settembre 2017. Se 100 sono gli anni compiuti dalla casa bavarese, 100 saranno anche gli esemplari che BMW prevede di immettere sul mercato, ad un prezzo che raddoppia rispetto a quello stabilito per la i8: si pensa ai 250.000 €. Acquistare quest’auto quindi sarà indubbiamente un lusso per pochi, ma chi può permetterselo non si lascerà sfuggire l’occasione di possedere un pezzo di storia.

Siamo certi che il futuro vedrà protagonista generazioni di automobili ibride o con totale propulsione elettrica che sicuramente migliorerà la qualità dell’ambiente, legati ad una tecnologia sempre in maggiore evoluzione per far sì che i nostri veicoli siano parte integrante della nostra vita quotidiana come già accade nelle grandi metropoli.

Guarda il Video

© RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI RISERVATA

admin

RELATED ARTICLES