26 Settembre 2020
  • 16:30 Alla scoperta della Toyota RAV4 2018
  • 16:27 Alfa Romeo Giulia Coupè: news sul progetto
  • 22:24 Nuova BMW Serie 3 2019
  • 17:43 Nuova McLaren 720S da Ginevra a Shangai a 340 km/h
  • 12:35 BMW Serie 2 M240i xDrive e 220d Cabrio

Nel 2018 la Toyota RAV4 arriva alla quinta generazione, e per l’occasione si sottopone ad una rivoluzione estetica completa.

Oltre al cambio di design, si segnala il ricorso a una piattaforma inedita, in abbinamento ad un sistema ibrido evoluto; insomma, una metamorfosi completa, sia dentro che fuori, che merita di essere scoperta nel dettaglio.

L’ESORDIO A NEW YORK DELLA TOYOTA RAV4 2018

La quinta generazione della RAV4 arriva dopo più di 20 anni di successi e di riscontri positivi sul mercato.

L’esordio in pompa magna al salone di New York sorprende e mette in mostra uno stile più coraggioso rispetto a quanto visto in passato, in virtù di una conformazione originale ed intrigante.

Entrando all’interno dell’abitacolo si può notare una plancia contraddistinta da razionalità e sobrietà, le cui linee sono messe in risalto da materiali che, rispetto le generazioni precedenti, vantano standard di qualità elevati.

La leva del cambio è corta, ed è sormontata da una console centrale piuttosto alta; accanto, invece, è presente il selettore della modalità di guida, sotto il display del sistema multimediale.

LA TECNOLOGIA TOYOTA

La compatibilità con Apple CarPlay e con Amazon Alexa è uno dei punti di forza del sistema multimediale Toyota, grazie a cui le funzioni dello smartphone vengono ampliate e si può usufruire della comodità del controllo vocale.

Sempre a proposito di evoluzione tecnologica, non sfugge la praticità dello specchietto retrovisore interno digitale: vuol dire che, su richiesta del conducente, permette di visualizzare le immagini che vengono riprese da una telecamera ad hoc che si trova nella parte posteriore del veicolo, in modo tale che chi sta al volante abbia il completo controllo della situazione e della strada.

PIÙ SPAZIO PER TUTTI

Sempre a bordo, si può notare un aumento dello spazio disponibile per il conducente e per i passeggeri, diretta conseguenza del ricorso alla TNGA, la piattaforma modulare Toyota New Global Architecture che si è già rivelata molto soddisfacente sulla Prius.

Il debutto delle sospensioni posteriori multilink si coniuga con un aumento della rigidità strutturale che sfiora il 60%.

Il passo della quinta generazione della RAV4 è di 3 centimetri più lungo di quello del modello attuale, per un totale di 2 metri e 69, mentre la lunghezza complessiva è di 4 metri e 60.

Le novità rispetto al passato si concretizzano in una riduzione dello sbalzo anteriore e di quello posteriore, mentre anche la larghezza cresce di 1 centimetri, arrivando a quasi 1 metro e 86.

Insomma, tanti numeri per testimoniare la migliore abitabilità a vantaggio dei passeggeri, oltre alla capienza superiore del vano bagagli.

Ma non è tutto, perché una ulteriore evoluzione della Toyota RAV4 2018 riguarda l’altezza da terra, che è aumentata: nessun problema, comunque, in termini di guidabilità, proprio per effetto della rigidità superiore.

LA SICUREZZA

Come sempre in casa Toyota si dedica una cura particolare a tutto ciò che ha a che fare con la sicurezza: ecco, allora, il TSS, vale a dire il Toyota Safety Sense, che include il cruise control attivo con funzione di radar e il sistema anti-collisione che integra la capacità di rilevare i pedoni.

Le probabilità di incidente vengono ridotte anche grazie all’assistente che legge i cartelli stradali, fornendo a chi sta al volante tutte le informazioni di cui ha bisogno, e all’assistente che aiuta il conducente a rimanere dentro la carreggiata.

LE MOTORIZZAZIONI DELLA TOYOTA RAV4 2018

Nel novero dei motori previsti per il mercato italiano ed europeo spicca il 4 cilindri a benzina da 2.5 di cilindrata dell’ibrido abbinato alla trasmissione ECVT con il motore elettrico.

La potenza per ora non è stata dichiarata dal costruttore giapponese, ma si può affermare che sia destinata a crescere rispetto a quella garantita dal sistema della generazione attuale.

Il motore elettrico, nella versione a trazione integrale, è collocato in corrispondenza del retro treno, differenziandosi in questo modo dalla soluzione tradizionale.

L’albero di trasmissione e il differenziale restano inalterati, invece, nella Toyota RAV4 2018 a benzina, con cambio automatico o manuale e la trazione integrale.

admin

RELATED ARTICLES